" Notte di fuoco a Capodanno "

" Notte di fuoco a Capodanno "

Il 2017 è iniziato all’insegna del terrore e della paura. Tutti si auguravano di trascorrere in maniera serena la notte più lunga e importante dell’anno. Purtroppo così non è stato e l’Europa ha dovuto fare i conti di nuovo con il terrorismo.

Leggi tutto: " Notte di fuoco a Capodanno "

CASO REGENI: ANCORA LONTANA LA VERITA’

CASO REGENI: ANCORA LONTANA LA VERITA’

Ancora bugie sulla morte del giovane ricercatore.

 

Circa un mese fa, su un’autostrada egiziana, è stato ritrovato da un tassista il corpo del giovane ricercatore italiano Giulio Regeni. Il corpo è stato ritrovato pieno di ecchimosi e segni evidenti di tortura.

Leggi tutto: CASO REGENI: ANCORA LONTANA LA VERITA’

L'OMICIDIO DEL PICCOLO LORIS “Nuovi sospettati, adesso c'è bisogno di verità”

Era il 29 Novembre 2014, quando qualcuno, un essere spregevole, ha deciso di mettere fine alla vita di un bambino innocente: Loris Stival.

 L'omicidio è avvolto dal mistero, un bimbo di soli otto anni è morto dopo esser stato strangolato. Da chi? Le indagini, che potrebbero portare alla risoluzione del caso e alla condanna dell'infanticida, sono state intralciate, più di una volta, dai continui cambiamenti di versione da parte della madre, Veronica Panarello, la maggior indiziata.

Leggi tutto: L'OMICIDIO DEL PICCOLO LORIS “Nuovi sospettati,...

E’ giusto parlare di una terza guerra mondiale?

E’ giusto parlare di una terza guerra mondiale?

 Ebbene sì! Gli attacchi terroristici da parte del fondamentalismo islamico si stanno moltiplicando sempre più e sta crescendo la paura nel mondo occidentale. Abbiamo l’impressione che potremmo vivere anche noi, da un momento all’altro, quegli eventi che prima ascoltavamo al telegiornale e ci sembravano così lontani. Dopo Parigi, è stata colpita Bruxelles.

Leggi tutto: E’ giusto parlare di una terza guerra mondiale?

"PERCHÉ DONNA"

"PERCHÉ DONNA"

Ormai è da molto tempo che le donne sono vittime di violenze fisiche, sessuali e psicologiche da parte dell'ex marito, del convivente e del fidanzato. 
Il termine "FEMMINICIDIO" è stato utilizzato per la prima volta dalla criminologa Diana Russel nel 1992, nel libro, scritto insieme a Jill Rodfard, che si intitola Femminicidio: "The politics of woman killing". La criminologa identificò, come violenza, una violenza estrema da parte del partner contro la donna, "PERCHÉ DONNA". La violenza contro le donne è un fenomeno presente in tutti i paesi ed è diffuso in tutte le classi sociali. Vengono negati alle donne i diritti fondamentali quali: la vita, la libertà e soprattutto la dignità della persona.

Leggi tutto: "PERCHÉ DONNA"